Serie A: stecca l’Inter, bene le altre grandi

Ovvero quelli che senza coltelli nella cintola, volevano assistere alla prima dei campioni d’Europa, per altro trionfale (0-3 con un Kakà in forma Pallone d’Oro). E allora pensi che quasi quasi conviene vedersi una partita tra due cosiddette provinciali per stemperare i toni e valutare squadre come Parma e Catania (2-2) esiliate dai tornei dollarosi di agosto. E invece che succede? Che ci scappa una mezza rissa tra i due tecnici con tanto di calci non al pallone. Capisci allora che è il momento di andare a caccia di certezze e punti tutto sull’Inter, quella dei record, quella dell’attacco stellare che più che una rosa ha un roseto, ed invece al 93′ si fa pareggiare (1-1) in casa dall’Udinese e già si torna a parlare di ‘pazza Inter’, di processi a Mancini ecc.Per fortuna che il sabato sera il Livorno aveva pensato bene di presentarsi al cospetto della ‘signora’ fresca del lifting fatto in serie B, con le pattine ai piedi e senza disturbare troppo se non nella prima mezz’ora, regalando al popolo bianconero 3 punti di orgoglio ritrovato. E meno male anche che nell’anticipo del pomeriggio, quello tra Lazio e Torino (2-2) hai ritrovato i soliti errori arbitrali che sai essere inevitabili come le ire di Zamparini – povero Colantuono il suo Palermo le ha prese più nel gioco che nel risultato dalla Roma (0-2) – i mugugni dei napoletani per una stagione che si annuncia di sofferenza (0-2 dal Cagliari), un bel pareggio che muove la classifica tra Reggina e Atalanta (1-1), il blitz della Sampdoria a Siena (1-2) firmato da due cavalli di ritorno come Bellucci e Montella.Tutto scontato quindi, tutto come sempre? Presto per dirlo, ma intanto ti godi la Fiorentina, giovane e sfrontata (3-1 al malcapitato Empoli), la riapertura delle trasmissioni tv con la gara a chi ha l’opinionista più griffato – e meno male che il protagonista doveva essere il calcio giocato – gli ultimi colpi del calcio-mercato di chi ha già capito che occorre mettere mano ancora al portafoglio per ritoccare il look della propria squadra, i pronostici sulla finale di supercoppa europea tra Milan e Siviglia venerdì a Montecarlo, il tutto nel disinteresse per la povera serie B, che senza Juve, Napoli e Genoa è tornata ad essere per l’appunto un campionato di serie B. E pensare che ci sono tv che ci fanno vedere la serie B inglese!!

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Serie A: stecca l’Inter, bene le altre grandi