Sesso e Bondage, nulla di anormale

Costrizioni fisiche, legature, corsetti e bavagli non nascondono un meccanismo di reazione ad abusi sessuale e neanche particolari carenze passionali. Lo conferma uno studio australiano redatto da un’equipe di ricercatori dell’Università del Nuovo Galles del Sud, recentemente pubblicato sulla rivista specializzata The Journal of Sexual Medicine.

Da un sondaggio su 20mila australiani adulti è infatti emerso come il Bdsm rappresenti semplicemente un interesse sessuale, una "sottocultura" che coinvolge circa il 2% degli intervistati. Lo studio mette inoltre in evidenza l’assenza di un legame con ansia e infelicità, o addirittura con la possibilità di essere costretti all’attività sessuale. Coloro che praticano Bdsm sembrerebbero, al contrario, più in armonia con sé stessi.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Sesso e Bondage, nulla di anormale