Shevchenko ringrazia e lascia il Milan

Non sono quindi bastati gli estremi tentativi compiuti dai tifosi e, soprattutto, da Adriano Galliani per trattenere Shevchenko a Milano. Nella Sala delle Coppe della sede di via Turati, Sheva ha annunciato: "Lascio per motivi familiari, ringrazio la società per tutto quello che mi ha dato, non c’è un problema di rapporti e non c’è un problema economico". La carriera milanista di Shevchenko, salvo clamorosi ritorni, si è quindi chiusa il 26 maggio 2006, a distanza di quasi sette anni da quel primo luglio 1999 che fece sognare i tifosi rossoneri.Al termine della conferenza stampa, un dispiaciuto Adriano Galliani ha dichiarato: "E’ la vittoria della lingua inglese sulla lingua italiana. Ho provato a convincerlo a rimanere fino ad un minuto prima di venire in conferenza. E’ certissimamente la separazione più dolorosa da quando sono al Milan. Da adesso inizieremo la trattativa con il Chelsea, e non sarà semplice".Per il Milan si chiude così "l’era" Shevchenko e, dopo il rinnovo di Henry con l’Arsenal, ritenuto dai molti tra i candidati più autorevoli per un’eventuale sostituzione, la società del presidente Berlusconi si trova ora a dover cercare un valido attaccante che non faccia troppo rimpiangere l’addio dell’ucraino."Oggi i milanisti meritano di essere lasciati soli. Con le loro emozioni. Che sono tante e ancora vive – così si legge nella home page del sito rossonero -. Andriy Shevchenko, l’attaccante più forte del mondo, saluta. Il Milan ci ha provato fino in fondo, con tutte le forze, ma l’inglese l’ha avuta vinta". Queste le ultime parole del commiato milanista: "Un saluto commosso. Per ognuno dei 173 gol e per ognuno dei mille sorrisi che li hanno preceduti, accompagnati e seguiti". Il campionato italiano, già scosso dalle dure polemiche di "calciopoli", perde così uno dei maggiori interpreti del calcio giocato. Peccato davvero.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Shevchenko ringrazia e lascia il Milan