Si è chiusa l’edizione 2004 del M.E.I.

A presentare la cerimonia della consegna dei premi c’erano Clive e Mixo, per una serata aperta dalla targa a Loredana Bertè per il video storico “Movie”, girato il 6 Febbraio 1981 a New York da Andy Warhol. Gli altri premi hanno interessato non solo gli artisti legati ad etichette indipendenti, ma anche Tiromancino e Lamberto Bava, premiati con “Amore Impossibile” come miglior video dell’anno; Elisa, con un premio speciale per “Together”, giudicato miglior video di contaminazione artistica; Enrico Ruggeri con il premio speciale Videomusic; Gianna Nannini, aggiudicatasi il premio speciale per la ricerca nell’arte videomusicale per “Fotoromanza”, diretta da Michelangelo Antonioni; Flavio Giurato con il premio speciale Mister Fantasy per il clip “Amore amore”. Questi sono stati i premi attribuiti nella categoria “PREMI VIDEOCLIP ITALIANO 2004″, mentre i “PREMI VIDEOCLIP INDIPENDENTE 2004″ sono andati a One Dimensional Man, con “Tell me Marie” di Mauro Lovisetto, premiato come Miglior Video Assoluto; El Muniria, con “Dentro questo bicchiere” di Carlo Strata, per la Miglior Regia; Gianni Resta con “Non è domenica” di Giovanni Bufalini, per la Miglior Fotografia; Tre Allegri Ragazzi Morti con “Rasoio, mattatoio, pazzatoio” di Matteo Lena, per il Miglior Montaggio; Marta sui tubi con “Vecchi difetti” di Fabio Luongo, per il Miglior Soggetto; Il parto delle nuvole pesanti con “Onda calabra” di Giuseppe Gagliardi, a cui è andato il Premio Speciale della Giuria; Guido Elle, con “La Migliore Combinazione” di Silvio Muccino e Malfunk, con “Il Dubbio”, per la regia di Marco Cocci e Alessio Spinelli, si sono aggiudicati il Premio Speciale Esordio Nella Regia. Una manifestazione che tra polemiche, come quella del batterista Dario Perissutti degli One Dimensional Man (sui budget dei video), e le battute di Loredana Bertè, ha saputo dimostrare tutta l’importanza delle etichette indipendenti nel panorama musicale dei nostri tempi. Una manifestazione, il M.E.I., che conferma l’interesse crescente verso questo mondo da molti sottovalutato, una rinnovata vitalità confermata anche dai 25mila spettatori accorsi nelle giornate del 27 e 28 novembre, a Faenza.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Si è chiusa l’edizione 2004 del M.E.I.