Siamo seri! Vorrei ma non posso

Ormai lo spazio mensile che Jugo mi riserva è diventato una sorta di appuntamento con me stesso, con i recessi più sinuosi e celati del mio essere. Una specie di autoterapia cui mi sottopongo (e quel che è più molesto, vi sottopongo) con matematica frequenza mesturale. Quando mi trovo di fronte a quel foglio bianco destinato all’articolo di fondo, senza un tema o una traccia da seguire, il mio ego, spogliato degli usuali freni inibitori, esercita tutto il suo arbitrio con il risultato che è sotto agli occhi di tutti. Basta sfogliare gli
editoriali dei mesi precedenti per rendersi conto del preoccupante trend che hanno preso i miei scritti. Un crescendo wagneriano di sciocchezzuole, bagattelle, inezie e quisquilie senza cavezza alcuna. Se solo fossi in grado di provare sensi di colpa, mi sentirei talmente in fallo da meditare l’opportunità di togliere gli ingombri. Il problema è che quando mi confronto con la mia ragione, quasi sempre, passo dalla parte del torto. Che volete farci. In fondo si tratta pur sempre e solo di parole. E per fortuna le parole, come le idee, sono facilmente biodegradabili. Potrei, forse, cedere al cimento di promesse o assicurazioni, giurare che questa e l’ultima volta che mi abbandono a deliri paroliberi. Potrei perfino smettere di fumare, mettermi a dieta o iscrivermi in palestra. Potrei finanche dedicare la mia esistenza all’ascesi e alla contemplazione. Potrei. Ma che ne sarebbe di me? Un’immagine vaga, una lontana illusione, l’inutile simulacro di una esistenza che ha smarrito la natura che gli è propria. Così, cari lettori, non me ne vogliate troppo se dall’ennesimo outing di chi scrive non avrà origine alcun mutamento apparente. In fondo è meglio che nulla cambi, affinché tutto si rinnovi. La metamorfosi è sempre in agguato se si accondiscende al continuo fluire di una mente pur esacerbata, ma intimamente paga dalle sue incessanti eruzioni.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Siamo seri! Vorrei ma non posso