Sicurezza stradale, ora i test tossicologici

Quella di fine agosto si propone infatti come un’iniziativa sperimentale, ma apre la strada ad un nuovo corso nell’attività di prevenzione degli incidenti stradali. Il test anti-droga sarà basato su esami delle urine e della saliva – procedure che non richiedono il consenso informato del guidatore – e sulle analisi del sangue. Al momento, invece, le forze dell’ordine non hanno strumenti adeguati per effettuare test tossicologici direttamente sulle strade, ma devono accompagnare il fermato presso una struttura ospedaliera.

"Mi auguro – ha commentato il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli – che da sperimentali i controlli antidroga possano diventare ordinari, al pari di quelli effettuati per accertare l’assunzione di alcool. Non può esistere il diritto di drogarsi, a maggior ragione non può essere consentito quello di guidare a chi fa uso di stupefacenti".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Sicurezza stradale, ora i test tossicologici