Sindrome da rientro: lo scotto della vacanza

I più colpiti dal malessere post ferie? Sono francesi e inglesi (39%), seguiti da italiani (27%), spagnoli (14%) e tedeschi (6%). E non solo: dopo la fine delle vacanze estive, il 12% degli intervistati europei dichiara di sentirsi depresso, mentre l’11% non nasconde un senso di stanchezza.Sono queste alcune delle curiosità emerse dal recente sondaggio condotto da TripAdvisor, la nota community di viaggio, su oltre 2.700 viaggiatori europei, 600 dei quali italiani, per capire come viene vissuta la conclusione delle vacanze e quali sono gli escamotage per ritrovare il sorriso anche lontano dall’ombrellone.Se il rientro può essere traumatico, scopriamo che più di tre viaggiatori europei su quattro tentano di ritrovare il sorriso iniziando a pianificare il loro prossimo viaggio poco dopo il rientro a casa, ma sono soprattutto i francesi (70%) e gli spagnoli (67%) a sposare questo metodo, seguiti da tedeschi (61%), inglesi (55%) e italiani (51%).Invitati a indicare le mete ideali per la loro prossima vacanza di fine estate, i viaggiatori italiani hanno messo sul podio Londra (11%), seguita dalla Berlino (9%), Parigi (8%) e, a pari merito, da Barcellona, Lisbona e Madrid (7%). Praga, Copenhaghen e Dublino, votate ciascuna dal 6% degli opinionisti, chiudono la classifica, seguite da Vienna e Mosca (4%), e da Budapest (3%).Se dovessero regalarsi una vacanza in una delle destinazioni esotiche più gettonate del pianeta invece, gli intervistati italiani metterebbero sul podio i Caraibi (12%), optando in seconda battuta per Polinesia e Australia (11%), Maldive e Nuova Zelanda (8%) e Sud Africa (7%). In ribasso le quotazioni delle isole Hawaii, Mauritius e Seychelles (6%), che spuntano nella parte bassa della classifica, seguite da Tibet e isole Fiji (5%).Tra le altre curiosità dell’indagine scopriamo che, una volta a casa, gli italiani che si sono recati in viaggio si dedicano maggiormente alla cura della persona regalandosi sessioni di manicure e pedicure e trattamenti benessere (11%), ma anche intensificando gli allenamenti in palestra e la ginnastica (9%). Ma non solo. L’11% dei rispondenti italiani dichiara che cimentarsi nella preparazione degli stessi piatti gustati in vacanza è uno dei rimedi più efficaci per sconfiggere la malinconia post ferie, in linea con quanto dichiarato dal 16% degli intervistati europei, mentre il 6% si limita ad andare nei ristoranti etnici per rivivere la stessa atmosfera dei luoghi di vacanza. E non mancano gli intervistati italiani che si rifugiano nell’intimità di coppia (6%) o che decidono di coccolarsi rimpinzandosi di dolci e cibi sfiziosi (6%). Lo shopping, infine, rappresenta un rimedio solo per il 4% degli opinionisti di casa nostra, che dichiarano candidamente di voler attingere anche agli ultimi soldi avanzati dal budget delle vacanze per concedersi acquisti "terapeutici" per l’umore di fine estate.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Sindrome da rientro: lo scotto della vacanza