Sisal: Win for Life sì, Gratta e Vinci no

La società guidata da Tommaso di Tanno ha, infatti, lasciato scadere senza il termine per la presentazione delle offerte per l’assegnazione della concessione delle lotterie nazionali ad estrazione istantanea – Gratta e Vinci – secondo quanto previsto dal D.L. n. 78/2009, art. 21 e dal bando di gara emesso dall’Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato (AAMS), pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 19 agosto.In una nota, la società ha commentato: "Il Gruppo Sisal ha sempre auspicato l’apertura del mercato delle lotterie ad estrazione istantanea a nuovi operatori, una maggior diffusione del gioco e un’offerta differenziata di prodotto e ha quindi guardato con grande favore ed interesse alla pubblicazione del bando di gara. Ciò nonostante, Sisal, dopo aver valutato il progetto in modo molto approfondito, anche con il supporto di partner nazionali ed internazionali, ha scelto di non presentare un’offerta in considerazione dei termini e delle proibitive condizioni del bando che, di fatto, hanno reso economicamente non conveniente la partecipazione alla gara". La "febbre" degli italiani per le estrazioni di Win For Life sembra quindi aver consigliato Sisal, che peraltro già gestisce un ampio ventaglio di giochi, di cavalcare l’onda senza correre nuovi possibili rischi.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Sisal: Win for Life sì, Gratta e Vinci no