Social network: monito da Chiesa inglese

La dura presa di posizione contro sms, Facebook e Co., chat ed email e tutto ciò che è la comunicazione moderna è dell’arcivescovo di Westminster, Vincent Nichols. Sotto accusa, come accennato, sono amicizie vendute "come merce" e spesso prive di quella solidità che invece si riscontra nella vita reale.Secondo Nichols, gli effetti delle amicizie virtuali possono però divenire molto reali quando queste vengono interrotte o vissute nel modo sbagliato. Gesti estremi di questo tipo sono sempre più diffusi ed il ragionamento di Nichols, che suona aspro come un monito, non è il primo ad attirare l’attenzione su questi temi.Il Times fa poi notare che lo stesso arcivescovo di Westminster è presente su Facebook. Un controsenso? Noi pensiamo di no, richiamare ad un uso corretto e moderato di Internet e tecnologie non significa demonizzare il progresso.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Social network: monito da Chiesa inglese