Sony: le Bio batterie vanno a zucchero

Durante i test, le batterie naturali sono riuscite a fornire una potenza in uscita di 50 mW, attualmente il livello più alto per le bio batterie di tipo passivo. Per fare un esempio, questo output è sufficiente a fornire energia per la riproduzione di musica in dispositivi mp3 Walkman. Un risultato raggiunto grazie all’impiego di tecnologie avanzate e sofisticate misurazioni di enzimi, ossigeno ed acqua, oltre che ad un’importante ricerca sui materiali conduttori.Anche per l’elettronica si è così riusciti ad utilizzare lo zucchero, ovvero una fonte naturale di energia prodotta dalle piante attraverso la fotosintesi. Si tratta dunque di un dispositivo particolarmente interessante, sia dal punto di vista dell’impatto ambientale che per quanto riguarda l’ampia disponibilità della materia prima in gran parte del pianeta. Dopo questo importante annuncio, Sony ha spiegato che le ricerche proseguiranno ora con l’intento di aumentare potenza e durata delle bio batterie in vista di future applicazioni.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Sony: le Bio batterie vanno a zucchero