Spider-Man 2, il ritorno dell’eroe

Il film, per più di due ore, riesce ad intrattenere lo spettatore con scene curate e perfettamente dirette da un maestro come Sam Raimi. Azione ed introspezione rendono la pellicola un gradevole mix capace, a differenza di molti action-movie, di far dondolare lo spettatore da uno stato riflessivo ad uno decisamente più leggero. Effetti speciali molto curati fanno il resto, come si addice ai cultori dell’Uomo Ragno, con volteggi tra grattaceli e battaglie dal sapore mitologico, riprese grazie alla Spidey-cam, una sofisticata telecamera che viene fatta penzolare tra i palazzi. La trama è semplice, ma non banale, infatti ritroviamo Peter (Tobey Maguire) che dopo aver rinunciato a Mary Jane (Kristen Dunst), naviga tra la sua vita di studente universitario ed il suo essere Spider-Man. Rintanato in un piccolo e squallido appartamento, Peter viene scosso da un incontro con la sua famiglia, la zia May (Rosemary Harris), Mary Jane ed Harry (James Franco), che gli fanno notare come la sua vita sia troppo condizionata dal ruolo di “supereroe”. La realtà dei fatti sembra scuotere Peter, che di fronte ad una crisi di coscienza è pronto ad abbandonare i panni rossi e blu di Spider-Man. Una crisi profonda che viene subito riposta per far fronte alle minacce del Doctor Octopus (Alfred Molina). Peter Parker allora riveste i panni del’eroe e, contro il suo senso di frustrazione e le critiche del Bugle e dell’editore J.J. Jameson (J.K. Simmons), inizia la sua rinascita che lo porterà ancora una volta a difendere la città di New York con un motto ben chiaro in testa:”Da un grande potere derivano grandi responsabilità!”. Il film si caratterizza per l’analisi profonda della psicologia dei personaggi, abilmente giostrata dal regista Raimi, capace di rendere partecipe lo spettatore di tutti i dubbi e le incertezze dell’uomo e dell’eroe. Il cast, confermato nel segno della continuità, è di prim’ordine con Tobey Maguire e Alfred Molina perfettamente calati nei loro ruoli di eterni nemici. Una pellicola che definire di azione sarebbe riduttivo, poiché ci troviamo di fronte ad un film completo ed emozionante, capace di suscitare nello spettatore sentimenti ed emozioni contrastanti. Distribuito da Columbia Tristar e nelle sale dal 17 settembre, il film è tutto da gustare e c’è da scommettere che la storia di Spider-Man non finirà qui…
Flavio S.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Spider-Man 2, il ritorno dell’eroe