Squalifica a vita per Jonathan Bachini

Bachini era infatti risultato positivo al metabolita di cocaina "Metilecgonina" in riferimento al campione di urine prelevato al termine della gara di serie A tra Lazio e Siena, squadra dove militava il giocatore, del 4 dicembre 2005. Dopo poche partite disputate con la maglia dei toscani, Jonathan Bachini veniva quindi sospeso per la seconda volta in carriera (la prima quando era a Brescia nel 2004) dall’attività agonistica. Con la decisione del 30 marzo, la Commissione Disciplinare della Lega Calcio ha constatato l’accertata reiterazione nell’uso della cocaina ma, a differenza del primo procedimento, non è stata riconosciuta a Bachini quella “assenza di colpa o negligenza significativa” che determina una “riduzione” della “pena base”. Riduzione che, per la stessa testimonianza resa dal giocatore, non è stata ritenuta applicabile in relazione alla “seconda violazione”, in considerazione delle "circostanze oggettive e soggettive dell’illecito". Si è quindi trattata di una "consapevole e volontaria assunzione della sostanza proibita" tale da giustificare la decisione della Commissione Disciplinare di emanare il seguente dispositivo: "Per tali motivi la Commissione delibera di infliggere a Jonathan Bachini la sanzione della squalifica a vita". Per Jonathan Bachini, 30enne centrocampista livornese, si è quindi chiusa in anticipo una carriera che lo ha visto anche indossare per 2 volte la maglia della nazionale italiana.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Squalifica a vita per Jonathan Bachini