SsangYong Rexton II, trema il mercato SUV

Nuovo è il frontale, sia nel cofano che nella grande mascherina cromata. Ad essere stati completamente ridisegnati sono anche i gruppi ottici anteriori, così come il paraurti che ospita i fendinebbia integrati. Nella vista laterale il SsangYong Rexton II perde la lavorazione degli ampi passaruota, ora più morbidi e armoniosi con il corpo vettura, e mostra il nuovo disegno dei cerchi in lega. Rimane invariato l’appeal generale della vettura, che in parte richiama la prima serie della Mercedes Classe M e che tanta fortuna ha portato alla casa coreana. Il posteriore si distingue per i nuovi gruppi ottici e per il differente taglio del lunotto. L’abitacolo è ora più lussureggiante, anche grazie all’utilizzo di materiali più pregiati. La strumentazione, pur ben disposta e funzionale, si presenta con un look più originale e accattivante, con la console centrale dominata da una disposizione circolare dei comandi. Il volante ospita ora numerosi funzioni, mentre nel quadro spicca una nuova ed efficace illuminazione. Le novità riguardano anche la dotazione per la sicurezza attiva, che comprende, oltre all’ABS con sistema BAS per le frenate di emergenza, anche l’ESP dotato di funzione di prevenzione del ribaltamento (ARP). Gli airbag frontali full size sono di serie su tutte le versioni, mentre quelli laterali solo con la Premium3 A/T. Buone le prestazioni del motore, il collaudato 5 cilindri 270 XDi common rail (Mercedes), capace di erogare 165 Cv. La trasmissione è garantita da un cambio manuale a 5 marce o, in alternativa, dal cambio T-Tronic con comandi al volante. Tre sono le dotazioni del nuovo SsangYong Rexton II: Plus2, Premium2 e Premium3 A/T, con prezzi che vanno da 33.300 a 40.950 euro.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > SsangYong Rexton II, trema il mercato SUV