Stalking: un problema da non sottovalutare

stalking1_jugo.it

Prima di tutto è utile chiarire che con il termine Stalking (dall’inglese appostarsi) s’intende un insieme di comportamenti molesti e continui che possono comprendere il pedinamento, appostamenti in ambienti comunemente frequentati dalla vittima, telefonate, email ed sms minatori.

Nella maggior parte dei casi le vittime, rinunciano a denunciare tali atti, nella convinzione che prima o poi, questi, cesseranno.

Ma non è così: spesso questi sono il primo passo di un’escalation che sfocia nella violenza fisica, fino ad arrivare, nei casi peggiori, all’omicidio.

Il codice penale italiano (con le modifiche apportate dalla L.38/2009)  prevede la reclusione da 6 mesi a 4 anni per chiunque ”con condotte reiterate, minaccia o molesta taluno in modo da cagionare un perdurante e grave stato di ansia o di paura…” (art. 612-bis).

Inizialmente , la legge, sembrava aver dato i suoi frutti, visto l’aumento delle segnalazioni da parte delle vittime, che aveva consentito numerosi arresti.

Dubbi, in merito all’efficacia, arrivano invece dall’ Osservatorio Nazionale Staliking, che nell’ultimo anno ha registrato un calo di denuncie pari al 25%.

La cronaca, troppo spesso, ci racconta di donne che non sono state ascoltate, di denuncie che non hanno avuto conseguenze concrete e di risorse insufficienti per garantire la sicurezza delle vittime;

Tutto questo ha incrementato la sfiducia e la paura delle donne di poter subire ripercussioni, una volta denunciato il fatto.

Nonostante ciò è importante che le donne capiscano che lo stalking, come ogni altro tipo di violenza, va immediatamente denunciato alle autorità competenti, anche più volte se necessario, perchè più si attende, più si mette in pericolo la propria vita.

La richiesta affinchè il Governo s’impegni a  fornire i mezzi necessari per fermare quella che, orami da anni, è diventata una piaga per il nostro paese, arrivano da tutti i fronti e si spera siano presto accolte.

Nell’attesa è necessario che le donne non perdano la fiducia nelle autorità e che non rinuncino a denunciare, più e più volte, se necessario, perchè il silenzo, spesso, uccide!

 

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Stalking: un problema da non sottovalutare