Stupefacenti ed una legge invasiva

In particolare, i farmacisti si riferiscono al fatto che la nuova legge non si limita a regolare l’uso non terapeutico di sostanze ad azione stupefacente con l’obiettivo di contrastarlo. "Ridisegna, invece, l’intero complesso di norme che disciplinano l’erogazione di medicinali a base di stupefacenti – spiega Federfarma – intervenendo sulla classificazione delle sostanze, sul tipo di ricetta medica necessaria per i vari farmaci e sugli adempimenti a carico di medici e farmacisti." Come detto, la federazione ringrazia il Ministero della salute per la disponibilità che sta mostrando ed assicura che farmaci così importanti saranno comunque forniti ai malati, senza alcun disagio per i pazienti e le loro famiglie. La speranza di Federfarma è però quella di veder chiariti tutti i punti che restano ancora avvolti da difficoltà d’interpretazione.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Stupefacenti ed una legge invasiva