Sudafrica 2010: Italia fuori dal Mondiale

Tanta la delusione l’eliminazione in un primo turno più che, almeno sulla carta, era sembrato più che abbordabile. Tutt’altra invece la storia in campo, con l’Italia protagonista di un buon esordio con il Paraguay, di un mezzo passo falso contro la Nuova Zelanda e del definitivo tracollo contro la Slovacchia.All’Ellis Park di Johannesburg gli azzurri entrano in partita solo nelle fasi finali, quando il cuore va oltre la tattica e gli inserimenti di Pirlo e Quagliarella sembrano giovare ad un attacco davvero vanescente. La doppietta di Vittek e la rete di Kopunek pesano come un macigno e i gol di Di Natale e Quagliarella non bastano agli uomini di Lippi per riagguantare in extremis pareggio e qualificazione."Mi prendo tutte le responsabilità – ha dichiarato Lippi al termine dell’incontro -. Ho ritenuto che questa squadra potesse fare determinate cose e non l’ho preparata a dovere, questo è evidente quando vedi una squadra che gioca col terrore nelle gambe e nel cuore. Tutto mi sarei aspettato tranne che l’Italia giocasse per un’ora e un quarto come ha fatto, non giocando, senza idee, senza nulla. E’ colpa mia, non ho saputo dare le giuste motivazioni: quando succedono certe cose, la colpa è sempre del capo: lo dico perché lo penso"."Il problema è stato soprattutto psicologico – continua il Ct – non sono riuscito a preparare la squadra per una partita così importante nella maniera giusta. Dovevamo affrontare questa gara da dentro o fuori come fosse un ottavo di finale, come hanno fatto l’Inghilterra e la Germania che hanno passato il turno. Mi dispiace tantissimo per la federazione, per i tifosi, per tutti".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Sudafrica 2010: Italia fuori dal Mondiale