Sudore: come scegliere il deodorante giusto

E’ arrivato il caldo e con esso il sudore. Vedere una macchia di sudore sulle camice in corrispondenza delle ascelle non è proprio il massimo dell’estetica. Di sudore ne produciamo circa mezzo litro al giorno e purtroppo al sudore si abbina il cattivo odore.Non è il sudore in sé che puzza ma i prodotti di eliminazione dei batteri. I batteri (7 milioni per centimetro quadrato!) utilizzano il sudore per le proprie necessità nutrizionali e, come prodotti di risulta, eliminano maleodoranti acidi grassi liberi. Che fare? Oltre alla pulizia accurata della zona si possono utilizzare i deodoranti che limitano…i danni.Prodotti ad azione antienzimatica batterica: a base di trietil citrato; bloccano l’attività degli enzimi utilizzati dai batteri per scomporre il sudore. Consigliabile.Battericidi e batteriostatici: sono il triclosan; l’octoxyglycerin e il farnesol o il fenossietanolo e il farnesol in dosi minori. Impediscono o limitano la crescita batterica. Possono essere allergizzanti e aumentare la flora batterica patogena.Alcool etilico: è batteriostatico e limita la decomposizione del sudore. Può provocare irritazione delle cute.Assorbenti: sono i derivati dello zinco. Assorbono i prodotti della degradazione del sudore ma non ne impediscono la produzione. Da utilizzare insieme ai composti precedenti.Antitraspiranti: a base di idrossicloruri di alluminio e zirconio. Inibiscono l’emissione del sudore bloccando i pori. Da usare per sudorazioni abbondante.Sostanze odorose: a base di profumi. Coprono il cattivo odore ma non lo impediscono. Da usare con i prodotti precedenti.Insomma, prima di comperare un deodorante occorre leggere l’etichetta e scegliere il prodotto più idoneo alle proprie esigenze. Particolarmente efficaci sono i deodoranti sotto forma di creme o emulsioni che contengono anche sostanze emollienti.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Sudore: come scegliere il deodorante giusto