Super Aguri: il Giappone sfida la F1

Il team si chiama Super Aguri Formula One,
Aguri come Suzuki, l’ex-pilota di F1 che in carriera ha preso parte ad 88 gare, ottenendo il primo podio mai conquistato da un pilota giapponese (su Larrousse). Proprio Suzuki si occuperà di gestire la squadra, nella speranza di portarla ai massimi
livelli nel più breve tempo possibile. Il lavoro da fare, come riconosciuto dagli stessi vertici in conferenza stampa, è ancora molto lungo, ma finora tutti gli ostacoli sono stati agilmente superati. Il team Super Aguri Formula One
potrà contare su partner d’eccezione, in primis la Honda, che fornirà i motori e il supporto tecnologico per la nuova monoposto. Il legame con il produttore giapponese sembra essere molto forte, considerando che uno dei due piloti
ingaggiati dovrebbe essere Takuma Sato, ex-pilota Bar e pupillo Honda, e che al suo fianco potrebbe correre l’inglese Anthony Davidson, anche lui ex-Bar
(collaudatore). Il neonato team appare a molti come una sorta di squadra
satellite della Bar, recentemente passata in mano alla Honda, un po’ come
avvenuto con la Minardi,
acquistata dalla Red Bull. Tornando alle pratiche per l’ammissione in F1, va
detto che il team Super Aguri ora attende solamente l’approvazione della FIA
alla richiesta di iscrizione, presentata in Federazione già da una settimana.
Segnaliamo, infine, che il team Super
Aguri ha già una discreta esperienza nel mondo delle corse, partecipando da
anni a vari campionati, tra i quali Formula Nippon, Super GT e IRL Indycar Series

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Super Aguri: il Giappone sfida la F1