Superbollo ed esenzioni: chi paga e chi no

Dopo aver ottenuto chiarimenti da varie fonti istituzionali, l’Unrae ha infatti messo a punto analisi e tabelle utili per comprendere i reali effetti della manovra finanziaria 2007. Per quanto riguarda il Decreto Legislativo n.262/06 sugli incentivi, sono così disponibili gli elenchi delle vetture che usufruiranno delle esenzioni al pagamento della tassa automobilistica a fronte di rottamazione di vetture Euro 0 e Euro 1. Nel dettaglio, le vetture Euro 4 con emissioni di CO2 inferiori a 140 g/Km non verseranno alcun contributo per 2 anni, mentre quelle della stessa tipologia ma con cilindrata inferiore a 1.300 c.c. beneficeranno di una terza annualità di esenzione. In relazione alle nuove tasse automobilistiche, che entreranno in vigore dal 1 gennaio 2007, è stato anche predisposto l’elenco delle autovetture e degli autoveicoli promiscui, di peso complessivo superiore a 2.600 Kg e destinati al trasporto di non oltre 7 passeggeri (compreso il conducente), che dovranno pagare una soprattassa di 2 euro per Kw. Stando ai dati delle immatricolazioni, nei primi 9 mesi del 2006 si contano circa 32.000 vetture che corrispondono a tali caratteristiche. Il documento dell’Unrae offre inoltre una panoramica sullo stato di diffusione delle automobili con alimentazione a metano o benzina + metano. Purtroppo, si tratta di numeri estremamente limitati, del tutto insufficienti a fornire un significativo contributo alla riduzione dell’inquinamento atmosferico. Il documento completo, con le analisi e le tabelle realizzate per inquadrare e quantificare gli effetti della manovra finanziaria 2007, sono disponibili in PDF sul sito dell’Unrae.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Superbollo ed esenzioni: chi paga e chi no