Taglio dei costi roaming per Vodafone

La riduzione sarà possibile grazie agli accordi di reciprocità all’ingrosso che verranno siglati con gli operatori europei per le chiamate voce all’interno della UE, che prevederanno un costo massimo di 45 centesimi di euro al minuto a partire da ottobre 2006. Per Vodafone, così come per tutti gli altri operatori, sarà quindi possibile diminuire i costi del roaming per i clienti che all’estero devono utilizzare altre reti. "I clienti vogliono semplicità e un buon rapporto tra prezzo e qualità quando vanno all’estero", sostiene Arun Sarin, Chief Executive di Vodafone. "Questo è ciò che offre Vodafone Passport, un servizio che abbiamo lanciato l’anno scorso che consente ai clienti di usufruire delle tariffe nazionali all’estero con una piccola maggiorazione per ogni chiamata". Sempre Sarin sottolinea come Vodafone abbia già voluto rispondere alla voglia di cambiamento espressa dalla Commissione e dal Parlamento Europeo, un’aspettativa nata proprio per andare incontro alle reali esigenze dei utenti. "Siamo consapevoli dell’importanza che il roaming riveste per un’Europa in cui i cittadini viaggiano, vivono, lavorano e investono liberamente. Siamo convinti – conclude – che il modo migliore per soddisfare le esigenze dei clienti sia il mercato, non la regolamentazione".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Taglio dei costi roaming per Vodafone