Tarantino: Grindhouse – A prova di morte

La sceneggiatura trova i momenti di massima tensione nel tempo libero, il piacere nel corteggiamento e culmina in una sorprendente esplosione di violenza, allontanandosi parecchio dai recenti film del regista, sceneggiatore e produttore premiato con l’Oscar e diventato con questo film anche direttore della fotografia. "Sono le piccole cose che mi conquistano perché sono quelle che in fondo fanno il film – commenta l’attrice Rosario Dawson, parte di un cast nel quale spiccano anche Kurt Russell, Rose McGowan, Sydney Tamiia Poitier, Zoe Bell, Tracie Thoms, Vanessa Ferlito e lo stesso Quentin Tarantino."Grindhouse – A prova di morte" prende forma partendo da Jungle Julia (Sydney Tamiia Poitier). E’ la DJ più richiesta di Austin e per lei il crepuscolo è il momento migliore per rilassarsi in compagnia di due delle sue migliori amiche, Shanna e Arlene (Jordan Ladd e Vanessa Ferlito). Insieme, le tre bellezze si lanciano alla conquista della notte, facendo girare la testa a tutti quelli che incontrano, passando da Guero’s al Texas Chili Parlor. Ma non tutti gli sguardi che attirano sono innocenti: infatti, a seguire di soppiatto ogni loro mossa c’è anche Stuntman Mike (Kurt Russell), uno stagionato e attempato ribelle pieno di cicatrici che sorride con atteggiamento lascivo seduto al volante della sua auto. E mentre le ragazze consumano le loro birre, scorgiamo poco distante il possente e rovente bisonte della strada di Mike… Da venerdì primo giugno al cinema, "Grindhouse – A prova di morte" di Quentin Tarantino ha tutte le carte in regola per diventare l’ennesimo successo della carriera del regista statunitense.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Tarantino: Grindhouse – A prova di morte