Tarzan conquista l’Appennino

Per questi ultimi vogliamo segnalare l’ultima moda dell’estate 2005:
il "tarzaning". Si tratta di uno sport di montagna, fatto di piattaforme sugli
alberi, ponti sospesi in legno, passerelle e scalini. Ce ne parla diffusamente
il sito dell’Unione
Appennino e Verde, un’associazione di soggetti pubblici privati impegnata
nella promozione turistica del comparto Appennino e Verde dell’Emilia Romagna.
Il tarzaning, come spiegato su
Appenninoeverde.org,
è un nuovo modo di vivere la montagna e la natura, ideato per chi desidera
camminare sugli alberi sospesi tra le chiome, passando da un ramo all’altro
imbragati in completa sicurezza, ma con quel pizzico di brivido e di avventura
che si prova quando non si hanno i piedi per terra. Lo stesso sito pubblica
alcuni interessantissimi consigli per trasformarsi, almeno per un giorno, in un
"Tarzan" a tutti gli effetti. Nell’Appennino bolognese, ad esempio, si trova
il Triton’s Park di Monghidoro, il parco acrobatico immerso nel verde del Monte
Oggioli. L’area è dotata di diverse strutture quali funi, trapezi, tunnel di
rete, passerelle fisse e mobili. I percorsi praticabili sono sei, tre per adulti
e due per bambini, con diversi gradi di difficoltà ed un’altezza massima dal
suolo di 7 metri. All’interno del Parco della Resistenza di Fanano (Modena), si
trova invece il Monkey’s Park Adventure. Tra gli abeti e i faggi dell’area verde
sono stati realizzati diversi percorsi, adatti a grandi e bambini: ponti
sospesi, salti, corde, passerelle e tirolesi garantiscono ore di divertimento in
tutta sicurezza.
Ma
il tarzaning trova spazio anche a Parma, più precisamente nel Parco Regionale
dei Cento Laghi, dove, tra faggi, abeti e torbiere, sorge il Parco delle 100
Avventure "Punta di Spilla", dove è possibile sperimentare emozionanti
percorsi acrobatici sugli alberi per adulti e bambini. Il parco è stato
inaugurato a luglio 2005, e dispone di sei percorsi: si va da un tragitto-base
di pochi metri e senza difficoltà, al percorso più avventuroso ed impegnativo
consigliato solo ai veri temerari. Uno dei punti forti del parco "Punta di
Spilla" è la "tirolese" più lunga d’Italia: ben 76 metri di cavo d’acciaio
lungo i quali scivolare appesi ad un’imbragatura. Segnaliamo infine il tarzaning
sull’Appennino Reggiano, che si pratica a Cerwood, il primo parco-avventura nato
in regione – e uno dei primi in Italia – situato a Cervarezza. Tra ponti
nepalesi, passerelle, corde tirolesi e salti sono disponibili sei percorsi di
diverso livello, con oltre 30 stazioni progressive nelle quali mettere alla
prova le proprie abilità ed equilibrio. Maggiori informazioni sul tarzaning,
sulle strutture attrezzate e sul territorio dell’Appennino dell’Emilia Romagna
in generale, sono disponibili su sito
Appenninoeverde.org.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Tarzan conquista l’Appennino