Teenagers: il make-up per piacersi

Dal sondaggio emerge che le più giovani ritengono fondamentale truccarsi: nell’ 80% dei casi le intervistate vi si dedicano almeno una volta al giorno, mentre solo il 14% si trucca 2 o 3 volte a settimana e il 4% e il 2% lo fa rispettivamente una volta alla settimana e una volta al mese. Perché le teenager si truccano? Il trucco sembra essere per queste giovanissime, una necessità interiore, quasi un ritrovare, riconoscere e rappresentare una femminilità scoperta relativamente da poco. Tra le motivazioni che spingono le giovani a truccarsi c’è infatti principalmente la volontà di piacersi (83% delle risposte), e solo in misura esigua, almeno nelle dichiarazioni esplicite, la volontà di piacere di più agli altri (9%), di sedurre (7%) o di imitare le altre donne (2%). Quasi che la motivazione seduttiva e la ricerca di sensualità, che molto spesso è particolarmente evidenziata nei messaggi pubblicitari, sia per le teenager ancora da maturare. Come si truccano? A dispetto di quanto si potrebbe pensare, e di quanto spesso i media propongono, le teenager non gradiscono i colori troppo forti e vistosi (preferiti solo dal 9% delle intervistate) , ma al contrario prediligono trucchi leggeri e dai colori tenui (53% delle intervistate), solari (21%) o invisibili. Risalta dalle risposte la voglia di naturalezza, di semplicità e la volontà di valorizzare se stesse, certamente nascondendo i piccoli difetti della pelle spesso dovuti all’età, ma anche sottoponendo l’attenzione del loro pubblico di riferimento ciò che più ritengono le rappresenti: il viso, gli occhi, la bocca. Cosa utilizzano? Ecco allora che il 97% delle intervistate utilizza la cosmesi per evidenziare gli occhi, prediligendo l’uso dell’ombretto (92% delle risposte), della matita occhi (90%) e del mascara (87%) forse di più semplice utilizzo rispetto all’eye liner (47%). Anche le labbra sono ovviamente oggetto di attenzione (94% delle risposte), ma in questo caso scelgono un più discreto lucida labbra (89%) rispetto al rossetto (76%) e alla matita labbra (60%), sempre come si diceva in colori pochi vistosi. Per la pelle del viso il phard e fondotinta hanno la stessa percentuale di utilizzo (73%), dato interessante perché sta a indicare che le ragazze sono attente a seguire le “regole” di bellezza. Le unghie, spesso simbolo di sensualità, vengono adornate da uno smalto in un numero assai più ridotto di casi (50% delle intervistate). Quali sono le loro abitudini di acquisto? Dal sondaggio emerge che la grande maggioranza (79%) delle giovani acquista i cosmetici con i propri soldi, mentre una parte se li fa regalare (12%) e solo una piccola percentuale (9%) si accontenta di utilizzare quelli già presenti in casa. Questi dati sottolineano come i prodotti di bellezza vengano considerati strumenti indispensabile della sopravvivenza quotidiana, su cui vale la pena investire i propri soldi, anche quando, come nel caso di una teenager, non si può contare su uno stipendio ma solo su una “paghetta”. Truccarsi per le giovani non è un gioco, ma un passo importante per affermare il proprio ingresso nel mondo degli adulti e dell’affettività. La spesa complessiva per i prodotti di cosmesi è per il 57% del campione inferiore a 100 € all’anno, per il 22% meno di 200 €, e per l’11% meno di 300 €. Le ragazze dispongono quindi di un significativo quantitativo di soldi che prevalentemente spendono in profumeria (67%), nei grandi magazzini (16%) e nei supermercati (11%).

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Teenagers: il make-up per piacersi