Tessuti cinesi: scatta l’allarme formaldeide

L’analisi parla di livelli accertati superiori di ben 900 volte rispetto a quelli consentiti dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS). Il rischio è dunque altissimo, in quanto la formaldeide – usata come antimuffa e per mantenere la piega degli indumenti – è un cancerogeno e può provocare irritazione delle mucose degli occhi, delle prime vie aeree e irritazione della pelle.L’Aduc ha pertanto scritto una lettera ai Ministri della Salute, Livia Turco e dello Sviluppo Economico, Pierluigi Bersani per saper se anche in Italia siano state fatte analisi dei tessuti provenienti dalla Cina e quali siano i risultati. L’associazione dei consumatori consiglia, nel frattempo, di lavare e ventilare i tessuti prima di indossarli.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Tessuti cinesi: scatta l’allarme formaldeide