The Accidental Billionaires: Facebook trema

La pellicola sarà ispirata al libro di Ben Mezrich "The Accidental Billionaires", in uscita il prossimo 14 luglio ma già un caso. Oltre al titolo, c’è infatti un sottotitolo che lascia ben poco all’immaginazione: La nascita di Facebook: una storia di sesso, denaro, genio e tradimento".La fama di Ben Mezrich è poi quella di un mastino e tanto basta a far tremare l’impero di Mark Zuckerberg e dei suoi collaboratori ai tempi di Harvard. Secondo le prime anticipazioni, Mezrich sostiene che la nascita di Facebook è frutto di un gioco "sporco" di due ragazzi timidi con le ragazze ma bravi con il computer: Mark Zuckerberg e l’amico Eduardo Saverin. I due, un po’ per gioco e un po’ per solleticare le loro fantasie, avrebbero scaricato di nascosto le foto delle studentesse di Harvard ordinandole poi in base al fascino attraverso un’applicazione di nome FaceSmash.Tutti i ragazzi di Harvard, secondo Ben Mezrich, sapevano di quell’applicazione e ben presto hanno cominciato a girare tra le pagine del sito votando la ragazza preferita. Tra storie di sesso, hacking, liste dell’Fbi e "koala a pranzo", "The Accidental Billionaires" è pronto a creare scandalo. A chi si chiede se si tratta di fiction, Ben Mezrich ha già risposto che ha fornire le delicate informazioni è stato Eduardo Saverin. Zuckerberg intanto trema, in silenzio, pronto a difendersi dalle accuse una volta usciti libro e film.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > The Accidental Billionaires: Facebook trema