The Passion: il film più controverso di sempre

A far pendere la decisione di Entertainment Weekly per "The Passion" sarebbero state le polemiche culturali e religiose scatenatesi per la violenza di alcune delle scene chiave della pellicola (flagellazione e crocifissione), ma anche le accuse di antisemitismo piovute addosso al film. Tali discussioni hanno così portato il film di Mel Gibson ad aggiudicarsi il titolo di più controverso nella storia del cinema americano, superando film "cult" come "Jfk" (1991) e "Natural born killer" (1994) di Oliver Stone, "Deep Throat", "L’ultima tentazione di Cristo", "Il cacciatore" ed il già citato "Il codice Da Vinci".Proprio il film tratto dal bestseller di Dan Brown si è però preso la sua personale rivincita in questi giorni. "Il codice Da Vinci" ha infatti sorpassato "The Passion – La Passione di Cristo" nella classifica mondiale degli incassi con 642 milioni di dollari contro 623 milioni. Nella classifica di sempre, ora "Il codice Da Vinci" è in 26esima posizione.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > The Passion: il film più controverso di sempre