Tokyo: la concept Audi Shooting Brake

Con un potente propulsore 3.2 litri sei cilindri da 250 CV e la trazione integrale permanente "quattro", la concept Shooting Brake garantisce elevate prestazioni e un’ottima dinamica di marcia. In soli sei secondi la vettura passa da 0 a 100 km/h e la sua velocità massima è autolimitata a 250 km/h. Una sportività che traspare a prima vista, grazie ad un design originale e personale. Il frontale, dominato dall’inconfondibile calandra "single frame" con listelli longitudinali cromati, si distingue per la forma "a freccia", ulteriormente sottolineata dalle prese d’aria laterali. Il taglio dinamico dei proiettori, inoltre, conferisce alla vista anteriore della vettura un aspetto decisamente aggressivo. Una scelta che riprende la configurazione del frontale tipica delle attuali vetture da corsa della serie A4 del DTM e della concept futurista Audi RSQ. Una novità, dal punto di vista formale, è la spinta verso l’alto data dalla parte terminale del finestrino laterale, che mette in risalto la vigorosa parte posteriore della vettura. Qui si trova il fulcro visivo della concept Shooting Brake, verniciata in tinta Bionic White ad effetto perlato: il lunotto posteriore trapezoidale e la carrozzeria bombata del portellone del vano bagagli che si contrappongono al frontale piatto. Come ogni concept Audi, oltre alle qualità del design, la Shooting Brake presenta anche numerose innovazioni dal punto di vista tecnico. Tra queste si possono annoverare il sistema di ammortizzazione adattativo Audi Magnetic Ride, il nuovo navigatore Plus con monitor
"touch screen" e riconoscimento dei caratteri di scrittura, nonché i nuovissimi proiettori anteriori con tecnologia LED.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Tokyo: la concept Audi Shooting Brake