Topi mutanti del Cnr insensibili alla cocaina

La ricerca, spiegano gli scienziati, ha dimostrato come il recettore di membrana GPR37, presente nei neuroni dei mammiferi, riesca a modulare l’attività del trasportatore della dopamina (DAT), che è il principale regolatore del livello di dopamina nelle sinapsi neuronali. Ricordiamo infatti che la dopamina è un neurotrasmettitore della famiglia delle catecolamine, che viene rilasciato nel cervello dei mammiferi a livello della substatia nigra, ed agisce come regolatore fondamentale di tutte le principali risposte motorie ed emotive dell’organismo ai più svariati stimoli ambientali.Nei topi geneticamente modificati in cui è stato rimosso il gene che produce il recettore GPR37 "l’assenza del recettore provoca un aumento dell’attività della proteina DAT e quindi una diminuzione generale delle risposte motorie dell’animale". "In particolare – spiegano gli scienziati – i topi mancanti di GPR37 sono nettamente meno sensibili agli effetti stimolanti della cocaina e costituiscono perciò un nuovo modello per lo studio in vivo degli effetti della somministrazione e dipendenza da droghe d’abuso di grandissimo impatto sociale e per la possibile produzione di loro antagonisti farmacologici".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Topi mutanti del Cnr insensibili alla cocaina