Torino 2006: attaccato il sistema

Tra i tantissimi visitatori che si sono connessi
al sistema informatico delle olimpiadi si sarebbe nascosto, però, anche un pirata informatico. La rete sarebbe infatti stato oggetto di una intrusione informatica, perpetrata con l’obiettivo di superare i firewall di protezione della rete del Toroc. L’azione, avvenuta venerdì 10 febbraio, è stata prontamente denunciata alla Polizia Postale e delle Comunicazioni. Gli agenti sono così riusciti ad individuare il probabile responsabile dell’abuso, un dipendente di una società che collabora alla manutenzione delle risorse tecnologiche del Comitato, ora indagato per intrusione informatica, un reato che prevede una condanna penale fino a tre anni. Non sono ancora note le generalità della persona, né le motivazioni che lo hanno spinto a tentare l’intrusione. Per ora la polizia ha provveduto a sequestrare il computer con il quale l’indagato avrebbe provato a minacciare la sicurezza del sistema informatico del Toroc. Il comitato ha comunque precisato che la rete non è stata in alcun modo danneggiata, aspetto che dimostra l’altissimo livello di sicurezza raggiunto dal sito www.torino2006.org grazie alla collaborazione tra polizia ed organizzatori.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Torino 2006: attaccato il sistema