Torino: Time after time. Nespolocinema

Il pubblico potrà così ammirare un totale di 125 opere di grande formato che ripercorrono la carriera di Nespolo, dai primi lavori in Super8 del 1967 sino ai giorni nostri: un centinaio di fotogrammi dei suoi film ingranditi e "trattati" sino a farli diventare veri e propri quadri dotati di un propria autonomia espressiva, una selezione dei famosi acrilici aventi per oggetto il cinema, dieci manifesti storici di mostre e rassegne ristampati su stoffa. Completano il percorso della mostra alcune videoinstallazioni che ripropongono (in loop o a richiesta del visitatore) tutta l’opera cinematografica dell’artista e la proiezione sulla cupola della Mole di alcune immagini della mostra.Ciò che emerge, insieme ai tratti caratterizzanti del lavoro di Ugo Nespolo, è un effetto documentaristico forse inaspettato. Dall’album fotografico di famiglia, riaffiorano infatti figure mitiche e protagonisti indimenticati del paesaggio artistico del secolo scorso, per non parlare degli artisti evocati o direttamente citati, tutti coinvolti in un esercizio di ideale mappatura dei debiti e riferimenti dell’Artista ai linguaggi e alle figure dell’avanguardie storiche del Novecento. Consegnati una volta per tutte alla fissità intemporale dell’immagine stampata, i volti noti e meno noti, le figure di un immaginario amato e condiviso, gli oggetti d’affezione ripresi o rifatti, si cristallizzano così in una sorta di ideale campionario, quasi un museo virtuale della Cultura del Novecento, che è la traccia più autentica e vitale di quella straordinaria stagione artistica che ancora oggi non smette di esercitare il proprio fascino e la propria influenza.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Torino: Time after time. Nespolocinema