Torna l’ora legale: lancette un’ora avanti

Una gioia per molti, quindi, ma anche un trauma per le tante persone alle quali il "jet lag", seppur minimo, può causare addirittura insonnia, ansia ed irritabilità. Ma come nasce l’istituzione dell’ora legale? Se la storia attribuisce a Benjamin Franklin l’idea di sfruttare "meglio" la luce solare, è però con William Willet ed il "British Summer Time" (1916) britannico che si trova la prima applicazione pratica. Risparmiare sull’illuminazione costituiva infatti una priorità, senza poi contare gli evidenti vantaggi della luce solare rispetto a quella artificiale. Nel nostro paese, invece, l’ora legale arriva per la prima volta nel 1916 e dura fino al 1920. Un esperimento poi ripreso tra il 1940 ed il 1948, fino ad arrivare al periodo della crisi energetica del 1966. Dal 1966 al 1980, infatti, l’ora legale durava da maggio alla fine di settembre, mentre dal 1981 al 1995 il periodo andava dall’ultima domenica di marzo all’ultima domenica di settembre. L’ora legale come la conosciamo oggi arriva solo nel 1996, quando si optò per il periodo che va dall’ultima domenica di marzo all’ultima di ottobre. Come in Italia, anche nel resto della comunità europea sono questi i tempi dell’ora legale, una scelta dettata dalla volontà di non creare troppi disagi.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Torna l’ora legale: lancette un’ora avanti