Torneo di calcio tra cani robot

I robottini, composti da plastica, fibra di carbonio e componenti elettronici (come un Pentium), sono autonomi e l’allenamento è programmato e salvato dai loro allenatori ufficiali. Sono quindi in grado di marcare, dribblare, tirare in porta… Jay Jay Jegathesan, della Scuola di scienze di computer dell’ateneo, ha rilasciato alcune dichiarazioni al riguardo: "Non vi è alcun videcomando, i cani sono programmati e quando cominciano giocare sono padroni di sè stessi", "Dato il calo di iscrizioni, si spera che il torneo dimostri la diversità dei vari campi della scienza dei computer, e come questa diventi sempre più parte delle nostre vite".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Torneo di calcio tra cani robot