Transiti cosmici e orbite dell’umano

asteroide_jugo.it

Che corpi celesti, asteroidi, meteoriti, pianeti, sfreccino con velocità enorme nello spazio cosmico, a una distanza più o meno grande dalla Terra, è in fondo un dato acquisito, benché su piani diversi, sia nella conoscenza scientifica che nel sapere comune. Anche l’influsso lunare sulle maree è fenomeno fisico noto, così come, anche qui a livelli diversi, può essere credenza popolare atavica oppure acquisizione culturale specifica il legame tra tale influsso e alcuni fenomeni umani o naturali, come condizioni umorali, gravidanze, in generale sensibilità e sviluppo degli esseri viventi. Fenomeni simili possono indurre al più curiosità o suggestioni effimere in un pubblico largo, o suscitare d’altronde vivo interesse in cerchie ristrette di studiosi, ricercatori o addetti ai lavori.

Ma basta ipotizzare un’evoluzione diversa, un cambiamento più brusco, qualche speciale variazione nell’andamento di tali fenomeni, ed ecco che gli effetti sarebbero tali da implicare coinvolgimenti di ben altra natura, da esigere atteggiamenti di ben altra responsabilità, da esprimere insomma un senso inedito di universalità e necessità, di emergenza, ben oltre la curiosità frivola e ciarliera dei notiziari quotidiani, e diverso da ogni idea di progetti precostituiti, di disegni “ superiori”. Uno scarto imprevisto e incalcolabile nell’orbita di uno di quei macigni, bolidi di fuoco, lo devierebbe in caduta libera sulla superficie della Terra, con effetti disastrosi; l’impatto del nostro pianeta con astri più grandi ne innescherebbe il collasso finale in una immane conflagrazione.

Che le nostre fatalità o i nostri destini risultino dall’incontro fortuito di circostanze climatiche, geografiche, cosmiche, insomma da mere contingenze ed esteriorità, dovrebbe indurci ad un’attenzione e a una cautela maggiori verso l’imponderabile.

Gli stessi oggetti e le azioni che le nostre attività frenetiche producono e consumano con incontrollata voracità, che poi accantoniamo come rifiuti, o spediamo magari negli spazi immensi come promesse di novità e di futuro, potrebbero un giorno, per orbite insospettate, come beffardi boomerang, tornarci addosso a percuoterci e scuoterci dai nostri sogni superbi, astronomici o psico-cosmici che siano.

 

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Transiti cosmici e orbite dell’umano