Tumori, prevenirli con cavoli e soia

Nello studio, pubblicato sul "British Journal of Cancer", gli studiosi americani hanno inoltre rilevato un contributo importante da parte di un fitoestrogeno della soia, la Ginesteina. Sia l’indole-3-Carbinol che la Ginesteina sarebbero infatti capaci di rafforzare il contributo dei geni BRCA1 e BRCA2 (oncosoppressori), spesso coinvolti nei casi di cancro al seno, alle ovaie e alla prostata. Eliot Rosen, l’autore dello studio, ha dichiarato che occorrono ulteriori approfondimenti prima di poter affermare che l’azione di determinate verdure si traduca in un valido contributo alla prevenzione di alcune tipologie di cancro, anche se gli studi sembrano già evidenziare un rapporto tra alimentazione e processi cellulari.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Tumori, prevenirli con cavoli e soia