Turismo: ferragosto 2010 in chiaroscuro

A fornire i numeri del Ferragosto 2010 è l’Istat che indica come nel periodo dal 9 al 16 agosto gli alberghi italiani abbiano registrato, rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente, un aumento dell’1,0% degli arrivi e una diminuzione dell’1,9% delle giornate di presenza. A sostenere il turismo italiano sono stati soprattutto gli stranieri, con variazioni positive sia degli arrivi (più 5,4%) sia delle giornate di presenza (più 5,0%). Male i dati relativi agli italiani: -1,9% negli arrivi e -4,8% nelle presenze.A proposito di stranieri, i tedeschi si confermano la presenza più forte: delle tre nazionalità prevalenti sono al primo posto con il 53,9%i (rispetto al 55,9% del 2009), quelli francesi al 38,6% (37,0% nel 2009) e quelli svizzeri al 25,1% (24,8% nel 2009). Nel complesso, la durata media della permanenza negli esercizi rilevati è stata di 4,13 giornate, con un diminuzione, in termini assoluti, di 0,12 giornate rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il 67,8% della clientela ha poi preferito le località turistiche di tipo prevalentemente stagionale (località montane, marine, lacuali, termali, collinari), mentre il restante 32,2% delle presenze ha riguardato città d’arte e capoluoghi non altrimenti classificati.Scegli e prenota il tuo hotel in Italia o in Europa, anche Last Minute, e risparmia con Jugo e Booking.com. Prenoti online, paghi a destinazione.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Turismo: ferragosto 2010 in chiaroscuro