Tutti qui: il best of di Claudio Baglioni

Per segnare l’inizio della propria storia in musica, raccontata attraverso i brani di "Tutti Qui", Baglioni ha scelto una data che rappresenta quasi un punto d’incontro tra l’esordio canoro e la stipula del primo contratto discografico (1969 con la RCA): il 1967. Ma il ’67 è soprattutto l’anno del primo brano scritto di proprio pugno, è l’anno di "Annabel Lee". Tappa fondamentale nella carriera cantautorale di Claudio Baglioni, l’inedita "Annabel Lee", ripescata negli archivi destinati ai provini, riemerge per diventare l’incipit di "Tutti qui", con i maggiori successi dell’artista romano dal 1967 ad oggi. Il greatest hits, in uscita il 4 novembre 2005, si compone di tre Cd contenenti ben 40 brani rimasterizzati in digitale, 3 rarità ed un brano inedito ("Tutti qui"). Presenti tutti i successi che hanno scandito le tappe di una carriera davvero ricca di soddisfazioni, da "Sabato pomeriggio", "E tu come stai" e "Strada facendo", fino ad "Avrai", "Mille giorni di te e di me" e "Tienimi con te", solo per citarne alcuni. Non mancano poi curiosità (vere chicche), come "Ci fosse lei", la canzone che sarebbe poi diventata celebre con la versione dal titolo "Questo piccolo grande amore". Per Claudio Baglioni "Collezionare queste canzoni è stato come fare l’appello. Raccogliere le cose che abbiamo sentito e che ancora sentiamo più vicine. Le stesse che hanno segnato la mia storia personale e, in qualche modo, accompagnato, punteggiato e, mi auguro, alleggerito la vostra". L’inedito "Tutti qui" rappresenta poi il filo logico, la summa del sense/non-sense del tempo e del suo trascorrere che, attraverso la musica, diventa quasi superfluo. Tra le emozioni del passato e del presente, un Baglioni zingaro del tempo ci conduce attraverso la sua e la nostra storia, in un viaggio virtuale di musica e parole. "Tutti qui" esce il 4 novembre… impossibile mancare all’appuntamento.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Tutti qui: il best of di Claudio Baglioni