Ue non conferma accordo con Microsoft

Il
colosso americano aveva dichiarato di aver accolto il suggerimento della
Commissione Europea, scegliendo come identificativo per le versioni ridotte del
proprio sistema operativo la dicitura “Edition N”. Ma la Commissione
ha tenuto a precisare che non sono ancora terminate le indagini di mercato
riguardanti il nome da adottare. Per avere una soluzione definitiva alla
battaglia tra l’antitrust comunitario e Microsoft occorrerà attendere ancora.
L’ipotesi che vengano adottate le etichette “Windows XP Home Edition N” e “Windows XP
Professional Edition N” rimane comunque la più probabile. Va detto che le
nuove versioni ridotte di Windows, sprovviste del lettore multimediale ” Media
Player” come da sentenza dell’antitrust, sono già state distribuite ai
maggiori rivenditori europei. Ricordiamo, inoltre, che la delibera della Ue,
oltre al provvedimento già citato, aveva inflitto alla Microsoft  497 milioni di dollari per abuso di posizione dominante.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Ue non conferma accordo con Microsoft