UK: la scuola le proibisce l’anello della castità

La ragazza, che vive vicino Londra, non si è però rassegnata al dictat del suo istituto, il Millais di Horsham, ed ha deciso di far ricorso presso l’Alta Corte britannica. Ad assisterla nella sua battaglia, che va avanti già da tre anni, c’è anche il papà, irritato dal fatto che ad altri studenti, come musulmani e sikh, vengono invece concessi "accessori" come velo e braccialetti, così come alcuni altri hanno piercing nei posti più impensabili del corpo.Ecco allora che la battaglia di Lydia, che sull’anello della castità porta iscritti alcuni versi del Nuovo Testamento (una lettera di San Paolo ai Tessaloni), è già diventata una lotta per la riaffermazione dei valori cristiani in una cultura sempre più aperta e multietnica, ma che tende a perdere i contatti dalle proprie origini. Ce la faranno Lydia e suo papà a vincere la loro sfida culturale?

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > UK: la scuola le proibisce l’anello della castità