Umbria Jazz Winter 2004, a Orvieto

Anche per la dodicesima edizione restano invariate le caratteristiche della manifestazione. Orvieto in questi cinque giorni offre suoni intriganti ad ogni ora del giorno, già a partire dalle 11, fino a tarda notte, con due appuntamenti centrali: i cenoni di fine anno per festeggiare l’arrivo del 2005 e poco dopo la mezzanotte i concerti con jam session finale, e la Messa della pace con i cantanti di gospel nel magnifico Duomo il pomeriggio di Capodanno. Il resto è da cercare nei concerti serali sul palcoscenico del bel teatro Mancinelli, nei locali aperti “round midnight”, nei jazz lunch e nei jazz dinner per gustare la buona gastronomia umbra, nelle street parade, nei tanti appuntamenti mattutini o pomeridiani nei palazzi del centro storico e nel museo Greco. Una città che per cinque intensi giorni rispolvera una formula di successo a base di musica di qualità e tradizioni culturali e artistiche di una terra ricca di storia e di bellezza. “Umbria Jazz Winter” quest’anno vede protagonisti i pianisti, spesso sul palco in duetto, con concerti di Brad Mehldau con Danilo Rea, Martial Solal assieme a Stefano Bollani e Danilo Rea affiancato da Stefano Sellani. Una rassegna oramai collaudata e vincente, con il centro storico di Orvieto pervaso della musica, che spazia dal jazz al soul, fino al gospel e arrivando a generi più moderni come hip-hop e r’n'b. Dal mattino fino a tarda notte, tra concerti e jam session Orvieto è “Umbria Jazz Winter”. Imperdibili gli appuntamenti nei locali, vera chicca della rassegna estiva e invernale, con atmosfere inimitabili. Il programma completo di “Umbria Jazz Winter 2004” è disponibile a questo indirizzo in formato Pdf.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Umbria Jazz Winter 2004, a Orvieto