Un fisico da batterista, 600 calorie a concerto

Uno studio britannico, realizzato dalla University of Chichester insieme alla University of Gloucestershire, per fare il batterista occorre una resistenza degna di un atleta, in quanto una performance con tra bacchette e rullante può impegnare il cuore fino a ben 190 battiti al minuto. Ciò significa che un batterista deve avere soprattutto resistenza, una dote naturale che si allena poi con il tempo.Per giungere a tali conclusioni, i ricercatori hanno preso in esame il caso di Clem Burke, il batterista dei Blondie. Nell’arco di un concerto, Burke arriva a bruciare fino a 600 calorie in un’ora, segno di un’attività fisica intensa, come testimonia la media di 140 e 150 battiti al minuto del suo cuore. Tanto per fare un esempio, l’energia consumata da Clem Burke durante uno show è pari a quella spesa da un giocatore di calcio durante una partita!

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Un fisico da batterista, 600 calorie a concerto