Un software contro l’arte contraffatta

Il programma sfrutta un algoritmo che confronta le immagini digitalizzate delle opere d’arte di “dubbia provenienza” con un database nel quale sono contenuti i colpi di pennello e le tecniche pittoriche che caratterizzano lo stile dell’autore a cui è attribuita l’opera, decretandone così l’effettiva paternità. Nel test conclusivo, a cui l’algoritmo è stato sottoposto per provarne l’affidabilità, gli scienziati del Dartmouth College hanno preso in esame la “Madonna con bambino” del Perugino. Un quadro sulla cui autenticità nessuno ha mai riposto dubbi, ma che dall’analisi è risultato il frutto della collaborazione tra l’artista umbro ed almeno altri quattro suoi allievi. A spiegare la tecnica che sta alla base del nuovo software anti-falsari è uno degli autori del progetto, Hany Farid, che afferma: “nelle opere d’arte è possibile trovare le caratteristiche uniche di un pittore. E’ lo stesso sistema con il quale si associa uno scrittore alla scelta di particolari vocaboli o cadenze … Ci sono proprietà nelle pennellate di un artista che non sono visibili all’occhio umano … Noi possiamo trovarle con le nostre analisi”. Entrando nel dettaglio tecnico, l’algoritmo divide in alcune sezioni l’opera d’arte precedentemente scansionata con una definizione altissima, dopodiché le esamina una alla volta attraverso nove filtri diversi per analizzare la tipologia delle pennellate, per poi rielaborare l’opera in un modello matematico. A detta degli stessi ricercatori del Dartmouth College, il software non è ancora infallibile, in quanto durante il procedimento alcune informazioni sono soggette ad andare perse, ma l’efficacia del metodo resta comunque indiscutibile nella ricerca di proprietà non visibili all’occhio umano. Si mostrano scettici alcuni esponenti del mondo dell’arte, già perplessi sull’abituale utilizzo dell’analisi chimica dei colori, e convinti sostenitori delle capacità di elaborazione della mente umana.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Un software contro l’arte contraffatta