Uno specchio ci svela il futuro

Secondo un articolo pubblicato sulla rivista “New Scientist”, Martin Illsey, direttore del laboratorio, e la sua equipe hanno realizzato un dispositivo capace di rielaborare le immagini dopo averle catturate attraverso numerose telecamere dislocate nella casa dell’individuo da esaminare. Al centro del sistema c’è un computer, che sulla base delle abitudini quotidiane del soggetto rielabora la sua immagine a distanza di cinque anni, restituendo tramite uno specchio gli effetti del tempo e della routine quotidiana. Il software è paragonabile a quello usato dalla polizia per risalire all’aspetto più recente di persone scomparse da tempo, ma il dispositivo di Martin Illsey e della sua equipe si distingue per l’estrema cura dei dettagli, per i parametri considerati e per la modalità completamente automatica del processo. L’analisi del dispositivo può infatti calcolare l’impatto del tempo e delle abitudini quotidiane e rendere un immagine futura del soggetto con le relative modifiche del peso corporeo ed i segni del tempo sul viso, come macchie e rughe. Il dispositivo sarà ultimato per l’estate 2005 e Martin Illsey ha commentato l’invenzione dicendo che “Questa tecnologia può avere un effetto piuttosto persuasivo”. Una volta introdotto in casa, lo “specchio magico” sarà infatti in grado di mostrarci tutti gli effetti che le abitudini malsane hanno sul nostro corpo, mettendoci di fronte al nostro futuro. Scordiamoci quindi lo “specchio delle brame” della favola di Biancaneve, per avere una buona immagine da oggi serve una vita sana.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Uno specchio ci svela il futuro