Vacanze: spiagge italiane tra le più care

Con 7,55 euro come prezzo giornaliero medio richiesto in Italia per il noleggio di uno sdraio in uno stabilimento balneare, il Balpaese si posiziona ben al di sopra della media europea di 6,07 euro. I servizi più economici, invece, vengono offerti dagli stabilimenti balneari inglesi.Nel Sud Europa le spiagge più gettonate sono sempre quelle spagnole, tra le meno care. In Europa Settentrionale convengono le spiagge di ghiaia inglesi ( 3,10 euro giornalieri), mentre in Scandinavia, a differenza di tutti gli altri paesi europei presi in considerazione, non esiste un servizio di noleggio sdraio. L’offerta di Svezia, Norvegia e Danimarca si focalizza su un’inesauribile successione di spiagge incontaminate, dove i turisti hanno libero accesso e dove hanno la possibilità di immergersi nella natura.Tornando al Mediterraneo, un cenno particolare va fatto per la Turchia, con ben 4.500 km di costa a buon mercato ( 5,50 euro). Sempre vantaggiosi sono poi i prezzi in Croazia, Spagna e Grecia, mentre Francia, Italia e Portogallo presentano prezzi tra i più elevati d’Europa.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Vacanze: spiagge italiane tra le più care