Vacanze: turismo in lieve calo

Dalla ricerca emerge che poco più di un milione di italiani (2%) si muoverà in occasione del Natale mentre i restanti tre milioni (6%) saluteranno in vacanza l’arrivo del nuovo anno. Quanto alle destinazioni, la più gettonata sarà come sempre la montagna, dove andrà il 52% dei vacanzieri, mentre un 14% si recherà al mare ed un altro 14% visiterà città d’arte. Trentino (13%) e la Lombardia (11%)saranno le regioni più frequentate. Tra i vacanzieri ci saranno soprattutto i più giovani, i residenti nei grandi centri abitati e le famiglie numerose. La compagnia per le vacanze saranno soprattutto gli amici, la famiglia e, per chi non ha figli, la coppia. Tra gli intervistati il 27% preferirà alberghi e pensioni, mentre un 22% sfrutterà l’ospitalità di parenti ed amici. Abbastanza diffusa, soprattutto nei giovani, la scelta di affittare case per l’occasione. Altri ancora opteranno per la seconda casa, agriturismo, ostelli o villaggi turistici. Il sondaggio prende anche in considerazione l’aspetto organizzativo dei viaggi, riservando una piccola sorpresa: i giovani rischieranno meno, pianificheranno di più, mentre gli altri, cioè dai 25 anni in su, preferiranno improvvisare di più. Così del 39% di coloro che si affideranno al fai da te (internet, telefono, eccetera), il 44% sono più ‘anziani’, mentre solo il 31% giovani; alla ventura, cioè senza prenotare, andrà il 30% dei vacanzieri (28% i giovani e 32% gli altri); prenoterà soltanto una parte del viaggio il 13% del campione ( ancora una volta saranno più previdenti i giovani, 18%, mentre tra gli altri solo il 10% si preoccuperà). Ad affidarsi alle prenotazioni ‘last minute’ sarà invece il 9% dei turisti di fine anno, tutti al di sotto dei 24 anni, mentre il 10% degli ‘altri’ sceglieranno il viaggio organizzato, totalmente snobbato dalle nuove generazioni.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Vacanze: turismo in lieve calo