Valentino Rossi: Che Spettacolo!

Per “The doctor” si tratta del sesto titolo mondiale di una carriera entusiasmante e ricca di record, senza dimenticare che il pilota di Tavullia ha solo 25 anni. In Australia Vale ha centrato il quarto titolo consecutivo nella classe regina, eguagliando inoltre l’impresa di Eddie Lawson, sino ad oggi l’unico pilota ad aver vinto il titolo con due case differenti al primo tentativo (Yamaha e Honda). Doveva essere un anno di transizione per Rossi, con il discusso passaggio dalla Honda ufficiale alla Yamaha, ed invece il pilota pesarese ha dimostrato ancora una volta che il ruolo del pilota e del suo team sono fondamentali per vincere un mondiale. Un anno di sfide con l’amico-nemico Sete Gibernau, che con la sua Honda non ufficiale (Team Gresini), ha cercato di rispondere colpo su colpo alle imprese di Rossi, finendo col cedere proprio sul finale di una stagione che segnerà la storia della MotoGp. Con 8 vittorie (Sud Africa, Italia, Catalogna, Olanda, Inghilterra, Portogallo, Malesia e Australia) sui 15 gran premi sinora disputati e con 279 punti ottenuti, 35 di vantaggio su Gibernau, Rossi si è aggiudicato con una gara di anticipo il titolo mondiale che sarà assegnato sul palco di Valencia, nella Spagna del combattivo Sete, anche lui arresosi alla superiorità del centauro marchigiano. Campione del mondo per la prima volta nel 1997 nella Classe 125, l’allora “Uord Cempion” ne ha fatta di strada, andando a vincere nella Classe 250 nel 1999 e nella vecchia 500cc nel 2001. Con l’avvento della MotoGp Rossi si è subito ripetuto centrando il titolo del 2002, bissato poi l’anno successivo, e aggiungendo al suo palmares la vittoria in questo scoppiettante campionato, con un totale di 67 vittorie ottenute in 139 gare, vissute sempre da grande protagonista. Gli altri numeri del “dottore” parlano chiaro, con 100 podi conquistati e 35 pole-position (5 quest’anno) ed un piccolo record all’interno della casa del diapason (Yamaha per intenderci). Per la prima volta nella storia della classe regina ha ottenuto, con Rossi, il considerevole numero di 8 vittorie nella stessa stagione, contro le 7 di Wayne Rainey nel 1990 e di Eddie Lawson nel 1986 e 1988. Numeri importanti, anche se ancora distanti da quelli di piloti come Giacomo Agostini (15 mondiali), Angel Nieto (13), Mike Hailwood (9), ma che ci rendono tutta la forza di un talento che, appena venticinquenne, ha già saputo mettere la sua impronta indelebile sul mondo del motociclismo. Per Rossi il 2004 avrà il sapore del successo, una rivincita del pilota sulla sua “ex-fidanzata” Honda, sul “nemico” Biaggi e sull’amico ed ora “nemico” Sete, ma tra curve pennellate, battibecchi e “colpi di spazzola”, il 2004 rimarrà come l’anno dello spettacolo, e “che spettacolo!”. Per l’anno prossimo i rivali saranno gli stessi, ancora più consci del valore del pilota di Tavullia in sella alla sua Yamaha e con delle Honda ufficiali da spremere per dar filo da torcere al campione del mondo. C’è da giurarci che se la Formula1 non priverà il motomondiale della sua stella, sarà ancora battaglia, fino all’ultima curva.
Flavio S.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Valentino Rossi: Che Spettacolo!