Venezia: PosSesso. Corpo e Ossessioni

L’evento parla infatti del corpo e delle sue ossessioni attraverso le immagini e le forme che gli artisti hanno voluto e saputo dare ad essi. PosSesso prende la forma di mostra partendo da un’idea ossessiva che nel tempo è diventata ossessione reale e prepotente, nel desiderio forte di rappresentare il sesso parlando delle ossessioni che lo caratterizzano per ognuno di noi. Ognuno ha le proprie; pochi ne sanno parlare… Ecco quindi una mostra che mette in rilievo le ossessioni, tutte quelle che il corpo e la mente creano con immagini che temiamo, perché sono parte delle nostre paure, delle nostre debolezze, delle nostre manie, delle nostre ossessioni, appunto.La mostra vuole essere una provocazione forte verso gli artisti e verso il pubblico, e quindi un’esperienza forte nella quale gli uni e gli altri abbiano modo di vedere smascherate le ossessioni, le paure inconfessabili e tutti quegli aspetti che la mente e il corpo elaborano, ma che la cultura vuole negare o vuole restino sopiti. PosSesso ha chiesto agli artisti di scavare nell’animo loro e altrui in modo indiscreto, senza falsi pudori, senza inutili tabù, senza mediazioni. Al di là della pornografia, troppo esplicita, troppo vista, ormai troppo sfruttata, che non lascia nulla all’immaginazione e alla mente, la parte più erotica e perversa di ognuno di noi. Una mostra che vuole rappresentare pulsioni spesso represse, soffocate e proprio per questo, forse, ancora più forti. A volte sensuali. A volte pericolose. Immagini, flashback di voglie inconfessate o inconfessabili, di ciò che si è vissuto o soltanto voluttuosamente desiderato.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Venezia: PosSesso. Corpo e Ossessioni