Verdone torna con Leo, Furio e Ivano

Sono andato da Aurelio De Laurentiis e gli ho raccontato dei fan che mi scrivevano. Lui non mi ha nemmeno fatto finire di parlare e mi ha detto: falli, voglio rivedere i personaggi vecchi allo stato attuale, alla tua età, con le loro voci, ma devono essere storie molto potenti, altrimenti non mettiamoci a competere con un passato molto forte".E così è stato, anche grazie agli sceneggiatori Piero De Bernardi e Pasquale Plastino, autori dei tre minifilm pronti a sbarcare sul grande schermo tra febbraio e marzo 2008. Sulle storie, Verdone rivela che ognuno dei personaggi coinvolti ha il suo nucleo familiare. "Spero che Claudia Gerini possa essere nel cast al fianco di Ivano – confessa Verdone -, sarebbe l’ideale, io e Claudia ci intendiamo al volo: nella storia avremo un figlio che sarà a nostra immagine e somiglianza, quindi un disastro, uan specie di diffidato".Il film arriva undici anni dopo "Viaggi di nozze": "L’Italia è cambiata molto, anche il mio modo di osservarla – spiega Carlo Verdone – Ci sono dei tic e dei difetti dei personaggi che non spariranno mai, fanno parte degli uomini non dei tempi. I personaggi saranno gli stessi di fronte alle situazioni attuali, vedremo come reagiscono. Leo è un candido e oggi non c’è spazio per un candido. L’episodio con Furio sarà più sinistro e cupo, quello con Ivano sarà una critica di costume feroce ad un’Italia piena di volgarità che oggi vediamo, leggiamo e che ci contraddistingue in tutto il mondo. La volgarità italiana ha raggiunto vertici mondiali di cui dovremmo sottolinearne la gravità. Osservo con attenzione la gente sotto l’ombrellone, quelli con le cosce in vista, quelli indebitati, griffati. Voglio divertirmi a raccontarli".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Verdone torna con Leo, Furio e Ivano