Videogames sempre più rosa

Su un campione di 19.550 persone tra i 10 e i 35 anni, maschi (51%) e femmine (49%), è risultato che tra gli uomini il 21.5% si dichiara appassionato di videogame, mentre le viodeogiocatrici sarebbero solo una su dieci. Ma è analizzando il dato relativo ai gamers che si va a delineare il quadro più sorprendente. Ben il 32% del totale, cioè quasi tre giocatori su dieci, è composto da donne. Una realtà, quella femminile, che stupisce anche nel dettaglio. Se tra i maschi il binomio giovani e videogiochi è ancora fortissimo, per le ragazze le cose sono ben diverse. Basti pensare che nella classifica basata sull’età delle giocatrici, la fascia che va dai 25 ai 29 anni si posiziona al secondo posto, con una percentuale dell’11%. Un dato particolarmente interessante se confrontato a quello dei maschi, che vede mantenere ben saldo il primato dei giovani e giovanissimi. Oltre un quarto degli intervistati tra i 10 e i 15 anni e il trenta percento degli appartenenti alla fascia dai 16 e i 19, è infatti un appassionato di videogames. In generale l’Elspa rileva comunque come l’età media dei videogiocatori si stia alzando. Il 35% degli appassionati italiani supera infatti i 25 anni, mentre gli over 30, in appena un anno, sono passati dal 6,7% al 18,4% del totale. Un mercato dunque, quello dei videogiochi, in continua evoluzione. Sembra saperlo bene anche il colosso americano dei videogame Electronic Arts, che spera di vendere quest’anno, nella sola Europa, due milioni di copie di “Sims 2″. Un titolo, questo, con il quale si intende provare quanto i videogiochi possono interessare il pubblico femminile. Sembra proprio che nei prossimi anni il gentil sesso diventerà un target d’eccellenza per il mercato dei videogames e, di certo, sempre più frequenti saranno i titoli dedicati alle nuove regine della consolle.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Videogames sempre più rosa