Videogiochi antistress, ma non abusatene

Lo studio, che sarà presentato alla conferenza "Games For Health", ha avuto una durata di sei mesi, durante i quali i ricercatori hanno utilizzato titoli come Bejeweled 2, Peggle e Bookworm Adventures (PopCap Games). Questa ulteriore conferma degli effetti benefici della "terapia ricreativa" a base di un utilizzo occasionale di videogames potrebbe ora aprire la strada ad applicazioni in campo medico per chi soffre di seri disturbi sia fisici sia mentali.Il dottor Carmen Russoniello ha commentato: "Questi brillanti risultati confermano quanto già si sapeva a livello aneddotico sulla capacità del gioco occasionale di migliorare l’umore e ridurre lo stress, e testimonia la potenzialità dei videogiochi di promuovere la salute, prevenire le malattie e curare i disturbi legati a stress e alterazioni dell’umore". Segnaliamo, infine, che lo studio condotto dall’ECU ha indagato gli effetti su categorie di disturbi quali tensione psicologica, collera, depressione, energia, affaticamento e confusione.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Videogiochi antistress, ma non abusatene