Vino Novello: in tavola dal 5 novembre

Disponibile già dal 5 novembre, il novello sarà consumato in quantità pari a circa centomila bottiglie al giorno entro i prossimi sei mesi, periodo massimo consigliato affinché il primo vino dell’annata ad essere imbottigliato mantenga inalterate le proprie caratteristiche.A ricordarcelo è la Coldiretti, secondo cui il giusto abbinamento di questo vino leggero (11 gradi) amatissimo dai giovani e dalle donne è con i prodotti autunnali, dalle caldarroste ai prodotti tipici del territorio come salumi, verdure in pinzimonio e formaggi piccanti a pasta molle, magari da consumare nelle sempre più numerose Sagre e Feste paesane organizzate proprio in onore del novello.I prezzi delle bottiglie di novello Made in Italy in vendita variano quest’anno – sottolinea ancora la Coldiretti – su valori compresi tra i tre e gli otto euro a bottiglia, con una media di 5-6 euro. Oltre un terzo del totale delle bottiglie che esce dalle cantine del Veneto che insieme alla Toscana copre quasi la metà della produzione nazionale, mentre a seguire si posizionano il Trentino, l’Emilia Romagna, il Friuli Venezia Giulia, la Puglia, la Sardegna, la Sicilia, il Lazio, l’Umbria, il Piemonte e le Marche.La produzione italiana – conclude la Coldiretti – è caratterizzata sopratutto da novelli monovitigno con l’utilizzazione di un’ampia gamma di vitigni autoctoni (Teroldego, Ciliegiolo, Nero d’Avola, ecc.) anche se quelli più utilizzati sono nell’ordine Merlot, Sangiovese, Cabernet, Montepulciano e Barbera.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Vino Novello: in tavola dal 5 novembre